Radio Varese

 

RADIO VARESE

radio varese web

Emittente nate nata a Biumo Inferiore alle 11 del 28 febbraio 1976 con la sigla dā€™inizio degli Inti Illimani (irradia i suoi programmi dai 100,700 mhz). La fondano alcuni studenti del Liceo Classico Cairoli di Varese, Daniele e Maurizio TamburiniĀ assieme al loro professore di filosofia, Ā nonchĆ© esperto di telecomunicazioni, Sergio Lovisolo.Ā Radio Varese trasmetteva tramite un ponte radio che collegava la sede di via Walder conĀ ilĀ Campo dei Fiori, inoltrando il proprio segnale con alcune centinaia diĀ wattĀ alĀ VaresottoĀ e buona parte dell’Altomilanese, sulla frequenza di 100.700Ā MHz; ancora oggi viene utilizzata la stessa frequenza per coprireĀ VareseĀ eĀ provincia.Simbolo della radio le tre scimmiette libertarie che vedono, sentono, parlano, slogan della radio: ā€œIo vedo, io sento, io parloā€, l’emittente, che si allarga a giovani dell’estrema sinistra di Democrazia Proletaria, inĀ breve diventa un punto fisso dellā€™informazione e dellā€™intrattenimento per lā€™intera provincia, successivamente appoggiata partiti della sinistra della cittĆ , ha quale primo presidenteĀ  Carlo Lovisolo ed ĆØ conosciuta comeĀ La Radio delle Tre Scimmiette).Ā Oltre ad essere una radio di movimento trasmette dal monte del Campo dei Fiori ā€œtra la West Coast e le strade che portano in Indiaā€ rock 24 ore e per questo viene consacrata come una delle prime che passano questa musica ai piĆ¹ sconosciuta. Gli speaker della prima ora: Tambo, Zambo, Dundo, Bongo si trovano a fianco ad un inatteso concentrato della sinistra rivoluzionaria varesina: lā€™anarchico Roberto, lo stalinista Nedo e il gramsciano Chico. Cā€™ĆØ Scatola Calda di Zambo al pomeriggio, il blues del reverendo Skala, il jazz-rock di Bongo, il country-rock in odore di West Coast di Girompini, i nuovi american songwriters di Gaucci che per primo porta in radio Tom Waits, Gigi Prevosti con le sue scelte eclettiche, Bolotto coi figli di Jackson Browne ma anche chi, della redazione, ā€œriempie i buchiā€ come Tambo. Ci lavorano, tralasciando gli pseudonimi e facendo nomi e cognomi: Bruno Motetti ā€œTurriā€ con la trasmissione ā€œWhite Rabbitā€, Roberto ā€œBoboā€ Maroni (poi Ministro degli Interni e Presidente della Regione Lombardia) che tiene una rubrica di cultura e cucina, Massimo Malerba (oggi segretario particolare del Ministro del Welfare), Massimo Bruno (conduttore di Musical box), Maurizio Lucchi (poi caporedattore dell’Ansa),Ā Marco Dal Fior (poi vicecaporedattore del Corriere della Sera), Claudio Del Frate, Franco Tettamanti ed Elio Girompini (poi anche loro in via Solferino), Ezio Motterle (caposervizio de Il Giorno),Ā Massimo Donelli (che diventerĆ  volto del Tg3), Maud Ceriotti e Luciano Giaccari (poi primi editori televisivi in provincia di Varese), Cesare Chiericati (futuro direttore del Giornale del Popolo), Claudio Piovanelli “il Pio” e Antonio Triveri della Prealpina, Gigi Prevosti, Mario Carletti (poi consulente del ministero del Welfare), Dino Azzalin (poi poeta ed editore). Lo stesso Maroni, ad un incontro svoltosi nel 2016 presso l’UniversitĆ  dell’Insubria, ha ricordato: “Radio Varese era una radio di ultrsinistra, una radio che si definiva ā€˜lā€™unica radio libera dellā€™Occidente occupatoā€™. La mia trasmissione non aveva vista di buon occhio, consisteva nel raccogliere dalla viva voce dei protagonisti. Tradizioni varesine che venivano raccontate in dialetto. Non particolarmente apprezzata, cambia. Iniziai a fare unā€™altra trasmissione dal titolo La lanterna magica, in cui leggevo alla radio pagine tratte dal Diaro del Che in Bolivia.ā€

Fra gli altri collaboratoriĀ Giulio CuoreĀ (primaĀ conduttore poi come coordinatore dei programmi e consigliere di amministrazione, tra i pochi assunti a libro paga con versamenti Enpals inclusi),Ā Maria Bianucci e Franco Ferraro.Ā  Per il resto della programmazione lā€™emittente trasmette alle 13 musica a richiesta e nel pomeriggio ā€œ2098 Scatola Caldaā€ contenitore di novitĆ  musicali. Tanta buona musica, prosa, poesia, il teatro di Dario Fo, contro-informazione, contro-kultura. In breve diventa un punto fisso dellā€™informazione e dellā€™intrattenimento per lā€™intera provincia creando una redazione giornalistica sportiva e seguendo con attenzione tutti gli eventi piĆ¹ importanti. La fase migliore ĆØ quella dei primi due- tre anni (fino al 1979), quando la radio diventa un evento culturale per la provincia, un trionfo di ascolti e credibilitĆ  per chi la segue piĆ¹ importante del quotidiano provinciale La Prealpina. Lā€™emittente porta in cittĆ  dibattiti, uomini di cultura e concerti di Lee Fardon, Bruce Cockburn e David Bromberg oltre a 10mila persone per Francesco Guccini e diventa un fenomeno di grossa portata.Ā La musica trasmessa variava dai generi rock, country, blues e jazz fusion, fino alla musica brasiliana e classic; assolutamente vietata era laĀ musica commerciale, non mancavano le radiocronache della Ignis e l’informazione. Ā Le trasmissioni iniziavano alle 6,30 del mattino con musica italiana, seguiva il primo giornale radio; nel pomeriggio musica straniera, alle 19,30 il secondo giornale radio, in serata brani a richiesta, attualitĆ  e programmi culturali.

gianna nannin radio varese

Gianna Nannini negli studi di Radio Varese.

Nel 1985 Radio Varese passa al Partito Socialista Italiano, con la sinistra ufficiale la radio diventa meno ribelle, alla fine degli anni ’80 verrĆ  rilevata dagli Ipermercati di Varese.Ā Il 16 ottobreĀ 1990Ā viene acquistata dallaĀ Lega NordĀ e si trasforma in Radio Varese-Lega Lombarda e comincia ad espandere il raggio di copertura del segnale radiofonico, che fino a quel momento giungeva solo in due province:VareseĀ (100.7 FM) eĀ ComoĀ (89.1 FM).Ā Naturalmente ĆØ diversa dallā€™originale ma conserva e passa i nastri dā€™archivio tanto che sotto i proclami di Bossi contro i terĆ¹n, ā€œRoma ladronaā€ ed i primi extracomunitari si ascolta anche la black music di classe, davvero una stramberia che fa rodere di rabbia la vecchia gestione della radio. La linea musicale ĆØ sempre rappresentata da rock, country, blues, jazz fusion, musica brasiliana e classica. Senza trascurare la musica d’autore. Assolutamente bandita invece la musica commerciale, che altre emittenti locali trasmettono 24 ore su 24. Non solo buona musica, ma anche un’informazione accurata attraverso i notiziari che vengono inviati dalla sede milanese della Lega Lombardia Autonomista di via Arbe redatti e speakerati a Varese da Giuliana Bertolozzo, unica stipendiata e da altri otto volontari. Seguono poi le trasmissioni politiche con gli enti locali, le associazioni culturali come Arte Nord, il SAL (ora Sin.Pa), le dirette non stop dei congressi e le manifestazioni di Pontida. Le rubriche di cucina, giardinaggio, salute, cartomanzia sono parte integrante del palinsesto di Radio Varese. Largo spazio alla lingua dialettale con la poesia d’autore in vernacolo, i proverbi e il cabaret. La sera molto spazio per lo sport, dai motori al ciclismo, senza dimenticare il calcio e le dirette trasmesse in esclusiva (per 12 anni) della Pallacanestro Ranger Varese. Lā€™emittente rimane a Varese fino al 1993, poi Umberto Bossi con l’ampliamento delle frequenze trasferisce la sede a Milano in via Bellerio, presso la segretaria federale. Il 17 maggio 1997 si trasforma inĀ Radio Padania LiberaĀ rilevando le frequenze di Radio Antenna Emigrante per Milano e provincia, ed altre emittenti locali delle province lombarde e venete. Sulla storia dell’emittente ĆØ stato scritto un libro:Ā ā€œRadio Varese 100.700. Lā€™unica radio libera dellā€™occidente occupatoā€ a cura di Maria Bianucci (oggi a Mediaset), Nuova Editrice Magenta, Varese 2003.

 

LE RADIO DELLA PROVINCIA DI VARESE

ALTRE RADIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...