Radio Play Studio


Emittente di Budrio (Bologna), nata il 2 novembre 1978 per iniziativa di Moreno Sarti e Lorenza Cavallari, con la denominazione di Radio Play, irradia i suoi programmi dai 99,000 mhz. Dal 1979 effettua  collegamenti con le discoteche della zona (Piro Piro, Nuovo Mondo di Argenta), dal 1983 al 1990 l’emittente ha l’esclusiva del Bologna Calcio.  Trasmette anche di notte: “Vivere la notte” e “Studio notte” sono realizzazioni seguitissime. Vivi vivi la notte con Play Studio notte… era il jingle.   Il palinsesto tradizionale prevede il gioco “Mister X”, lo spazio richieste “I Magnifici 10”, il radiogiornale  “Radionotizie” mentre per gli appassionati sportivi realizza la diretta dai circuiti di F.1 in collaborazione con il settimanale “Rombo” per fornire in tempo reale i tempi delle prove automobilistiche e la diretta delle partite di campionato e coppe della Juventus.  Dal 1983 al 1990 l’emittente ha l’esclusiva del Bologna Calcio. a metà degli anni ’80 assumerà la denominazione di Radio Play Studio. Nel 1986 con l’acquisizione di Teleradio Nord nasce la Invest-Multiradio srl la società che tutt’oggi gestisce le due emittenti. Cambia sede e approda in moderni locali ubicati all’interno del Centergross-Bologna il più grande centro del commercio all’ingrosso d’Europa. Nel 2005, allorquando la Rcs fa partire dalle ceneri della vecchia Radio Italia Network una nuova emittente ribattezzata Play Radio, Moreno Sarti e il gruppo Invest Multiradio invia il seguente comunicato: “Da 27 anni il nostro gruppo opera con il marchio Play (aggiungendo allo stesso: studio per i giochi, live per le esterne, sport per radio giornali sportivi, ecc.) e tutti i jingles della radio sono esclusivamente identificativi del marchio Play.  La cosa che ci meraviglia tantissimo è che agli stessi (cioè alla RCS; Ndr.) da parecchi anni paghiamo di contratto l’informazione di AGR.  In allegato la diffida inviata in data odierna al gruppo (in data odierna infatti è apparso in RDS il marchio Play centrale come il nostro)”. Sarti invia la seguente diffida a Pietro Varvello e per conoscenza a Salvatore Vaiana:  “La seguente per comunicarVi (in considerazione delle centinaia di telefonate, e-mail ecc.) l’enorme danno che state causando, con l’identificazione del marchio Play sia in audio che in RDS, ad un’emittente del nostro gruppo attiva con la stessa identificazione da 27 anni nel territorio dell’Emilia-Romagna, Marche e Veneto. Qualora entro 24 ore non verrà depennato il marchio Play dalle regioni indicate, verrà inoltrata denuncia alla Procura della Repubblica, riservandoci di valutare, dalla data odierna, i danni arrecati. Siamo certi, in considerazione del Gruppo che rappresentate, che prenderete le dovute precauzioni. Quello che ci meraviglia è la disattenzione al riguardo”.
Risolto il contenzione con Play Radio (che nel frattempo ha chiuso i battenti per fare posto a Virgin Radio ) l’emittente bolognese continua la sua esistenza. Con l’avvento del digitale e l’inversione di tendenza che sembra prediligere le reti musicali la società attua una scelta drastica: elimina gli speakers. L’emittente diventa Play Studio Dance Network. Si sente in Emilia Romagna, Veneto, Lombardia e Marche. Bologna Fm 99 Provincia 99.2; Ferrara 98.9 Provincia 99.2; Forlì, Ravenna, Cesena e Riviera Romagnola 99.2 e 99.4; Rimini 99.4; Modena, Reggio Emilia e Parma 107.7. Rovigo, Adria, Porto Tolle, Monselice e Chioggia 99.2. Mantova e Provincia 107.7. Pesaro 99.4.

ALTRE RADIO DELLA REGIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...