Radio Maremma Toscana

RADIO MAREMMA TOSCANA –  RMT: Fm 100 nasce in una stalla della fattoria Grancia a Grosseto nel 1976 per iniziativa di Umberto Pucci, Mario Fontani, Giuliano Andreini, sua moglie Madera ed i figli Daniele e Luca, tutti accaniti radioamatori. Tra i primi a trasmettere oltre ai componenti della famiglia Andreini ci sono Moreno col programma “A ruota libera”, Franco Alpi, Graziano Caturelli, Oliviero Monaci, Graziano Porca che legge “I numeri del lotto” e Alessandro De Gerardis (oggi a Isoradio) compagno di banco di Luca (al  secondo anno del Liceo Scientifico) che lo invita a provare. Alessandro ricorda: “Non fu una semplice prova, alle 17 di mercoledì 28 luglio 1976 la mia voce incominciò a viaggiare nell’etere e da quel momento non ha conosciuto soste. Ricordo bene quel caldo pomeriggio, poco dopo le 14 andai a piedi da Via Podgora, dove abitavo, fino in Via Molise 1, dove abitava Luca, e da li’ partimmo con la Fiat 850 nera del padre Giuliano, caratterizzata da un’antennona del CB sul tetto, erano infatti radioamatori accaniti in famiglia, compresi la madre di Luca, Madera, e il fratello Daniele. Arrivammo nella fattoria di Grancia, dove aveva sede l’emittente, in una ex stalla, in mezzo alla rigogliosa campagna maremmana, a pochi passi dal fiume Ombrone. Erano le 15, ora di inizio delle trasmissioni in quel periodo, assistetti alle prime due ore di trasmissione, condotte proprio da Giuliano e Luca, e verso le 17 mi sentii pronto per iniziare, mi preparai una ventina di dischi e scelsi “Gimme some” di Jimmy Bo Horne come sigla. Durante la mia prima ora di trasmissione andarono in onda canzoni come “Music” di John Miles, “Fly Robin, fly delle Silver Convention, “Canzone d’amore” delle Orme, “Sei bellissima” di Loredana Berte’, “We can’t hide it anymore” di Larry Santos, “Nights of september” di Edward Cliff, “All by myself” di Eric Carmen e altri indimenticabili capolavori. Rimasi stregato dal fascino della radio, dalle telefonate degli ascoltatori che si complimentavano e mi incoraggiavano a continuare. E infatti continuai… e non ho ancora finito. L’estate 1976 mi vide presente ogni mercoledì alle 17 in onda, partendo sempre dallo stesso ritrovo di Via Molise 1 con l’850 nera e poi con la nuova Ford Fiesta azzurra acquistata da Giuliano che passo’ la 850 al figlio maggiore Daniele. L’estate termino’ e iniziai il terzo anno di Liceo Scientifico, la sede della scuola fu momentaneamente spostata in Via Pietro Micca e poi definitivamente nella cittadella scolastica in Via De’ Barberi, il mercoledi’ non potevo piu’ andare a RMT e il mio spazio fu spostato alla domenica pomeriggio, le ore di trasmissione aumentarono, ero oberato di studio, facevo ancora la spola con Roma per le lezioni di musica, ma la radio era ormai irrinunciabile per me. E il tempo libero? Cos’era il tempo libero? Nell’ottobre 1977 stava avendo sempre piu’ successo Radio Grosseto International, altra emittente maremmana e colsi l’occasione per cambiare radio, incominciai a interessarmi a quella che stava diventando un’emittente importante e molto ascoltata. A partire dal 16 ottobre iniziai a trasmettere dai microfoni di Radio Grosseto International con “Studio 1 Domenica”. La radio chiude nel giro di poco (Ruggero Righini).

ALTRE RADIO DELLA REGIONE TOSCANA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...