Chiude dopo 34 anni Radio Città del Capo

radio città del capo bolognaL’emittente nasce a Bologna il 12 ottobre 1987 anche se la sua storia inizia all’interno di Radio Città, storica emittente in cui già alle origini delle radio libere lavoravano parecchi di coloro che avrebbero fondato la nuova radio. Alla fine degli anni ’80 il 90% dei redattori e dei collaboratori di Radio Città ha deciso di rompere con la casa madre: secondo le ragioni di chi ha poi lavorato alla nuova radio, la cooperativa proprietaria della testata voleva imporre una direzione più fedele agli orientamenti del nuovo consiglio di amministrazione, controllato da Democrazia Proletaria (partito che poi è confluito qualche anno dopo alla neonata Rifondazione Comunista). Ma i redattori, collaboratori e RADIO CITTA' DEL CAPOcollaboratrici della radio, decisero di non accettare alcun controllo, anche discreto e forse appena adombrato, nemmeno da partiti “amici” e con il 1987 le voci storiche uscirono da Radio Città e fondarono “una nuova radio libera” ricca di contaminazioni del suono della musica e del linguaggio. Qualche giorno dopo venivano raccolti i primi 25 milioni per affittare la nuova frequenza. Nasce così all’istante la nuova cooperativa, dal nome significativo di Non Available (Non disponibile) e nel giro di sei mesi esatti, il 12 ottobre 1987, alle 17 circa, i 96,250 mhz sono occupati da Radio Città del Capo. Nella prima sede di via Cartolerie la nuova emittente punta a marcare la sua differenza soprattutto dal punto di vista musicale, acquisendo un grande prestigio culturale e un basso incasso pubblicitario. Con la nascita all’inizio degli anni ’90 di Popolare Network Radio Città del Capo decide di aderirvi. Nel giro di alcuni anni gli abbonamenti (la quota minima è 78,00 euro all’anno) superano quota 1000, consentendo investimenti tecnici, la nascita della redazione in formazione, l’arrivo di voci nuove e lo sviluppo di prodotti di qualità. Fin dalla sua nascita l’emittente si caratterizza per una programmazione musicale decisamente a 360 gradi: musica etnica, jazz, blues, rock, elettronica, rap, classica, lirica. Dai musicisti di strada ai gruppi emergenti del  rock italiano, dalla musica popolare a quella sperimentale, la musica in diretta trova spazio nella programmazione con la realizzazione di mini concerti nei quali vengono presentati musicisti affermati e non. Fra i collaboratori Piero Santi (deceduto prematuramente nel 2016).
Dopo il trasferimento dei nuovi studi in via Berretta Rossa, avvenuto nel 1999, Radio Città del Capo è diventata una struttura complessa, dove lavorano stabilmente circa 15 persone e a cui collaborano decine di volontarie. Radio Città del Capo trasmette via etere e via internet e sta per accedere al digitale terrestre. Nel 2004 il fallimento economico dell’esperienza di Radio Fujiko (ex Radio Quartiere, ex Oasi Radio) spinge l’Arci di Bologna, editore di quell’emittente, ad entrare come socio sovventore nella coop Not Available:  tra le proteste dei ragazzi di Radio Fujiko che hanno accusato l’Arci di avere scippato la loro frequenza, è nata così Città del Capo – Radio Metropolitana. Fra le produzioni editoriali si segnalano il cd-rom Microfoni da Genova (2001) che contiene le registrazioni complete della diretta realizzata in occasione del G8 di Genova e le Teche sonore una sezione del sito della radio dove sono ascoltabili le tracce relative alla diretta e alla chiusura di Radio Alice nel marzo 1977.
Radio Città del Capo – Radio Metropolitana è oggi un’emittente di informazione, musica e cultura che copre oggi un bacino pluriprovinciale di un milione e mezzo di abitanti sulle frequenze 96,250 e 94,700 mhz. L’emittente trasmette anche via internet in streaming audio. E’ diretta  da Giovanni Dognini e si diversifica dalle altre emittenti perché predilige il jazz, l’indie roxk, il reggae e altre musiche etniche. Nel palinsesto spiccano trasmissioni come “Angolo B” rubrica su ciò che avviene per le strade della città condotta da Michele che va in onda ogni giorno dalle 8.30 alle 11.30 e “Wasabi” emessa dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 17.30 che da spazio all’intrattenimento, alla musica e alle notizie curiose.  Oggi l’emittente è gestita da una cooperativa denominata Not Available, composta da 15 soci lavoratori e 70 soci sovventori. La sede è in via Berretta Rossa 61/5 a Bologna, via etere sui 96.250 – 94.700 mhz (copre le provincie di Bologna, Modena e Ferrara) e via internet in streaming audio. Direttore è Giovanni Dognini, l’emittente si diversifica dalle altre radio perchè predilige il jazz, l’indie roxk, il reggae e altre musiche etniche. Nel palinsesto spiccano trasmissioni come “Angolo B” rubrica su ciò che avviene per le strade della città condotta da Michele che va in onda ogni giorno dalle 8.30 alle 11.30 e “Wasabi” emessa dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 17.30 che da spazio all’intrattenimento, alla musica e alle notizie curiose.  E’ sempre affiliata a Popolare Network.
La colonna portante sono le sedici edizioni di GR in Network trasmesse da Radio Popolare di Milano, le due edizioni di GR locale, il Gr Neon e le tre rassegne stampa: titoli nazionali, locale, nazionale. Il resto della programmazione è infotainment: con il quotidiano spazio del microfono aperto mattutino, “AngoloB”, con lo spazio pomeridiano di conduzione e interazione musicale “Su la testa”. Oppure è cultura con “Sparring Partner” la mattina o “Humus” il pomeriggio.  L’emittente ha organizzato a Bologna numerosissimi concerti, dai Tuxedomoon ai Residents, da Salif Keita a Manu Dibango, dai Dead Can Dance a John Cale a Peter Hammill, fino a gruppi della scena internazionale all’epoca semisconosciuti: dai Nirvana ai Primus, Pixies e tanti altri.  Dopo avere ceduto nel 2019 la frequenza 94,700 a Radio Dimensione Suono, nel maggio 2011 cede anche l’altra frequenza, la storica, 96,300 MHz, a Radio Subasio e cessa definitivamente le trasmissioni.

ALTRE RADIO DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...