Radio Frosinone / Canale Uno Rete Radiofonica

canale 1 rete radiofonica frosinone

L’emittente nasce con il nome di Radio Frosinone nel 1976 (secondo altre fonti nel 1973), a fondarla è Mariano Monforte, Radio Frosinone irradia i suoi programmi dai 100,700 MHz (poi anche dai 102,300). Dopo essersi affiliata al circuito Top Italia Radio nel 1982 assume la denominazione di Canale Uno Rete Radiofonica, direttore responsabile Umberto Celani (poi a LA PROVINCIA), fra gli speaker Gianni Blasi, Franco Turriziani, Mauro Lottici, Ildo Morrone, Edoardo Fedele. La sede era in via Moccia a Frosinone. Chiuderà i battenti nel 1986. Ricorda Mauro Lottici: “l’idea che mettemmo in atto fu di creare un canale radiofonico in associazione con altre tre emittenti del territorio (Radio Frosinone, Radio Cassandra di Isola del Liri e Radio Boomerang di Pieve Monte San Germano). Così nacque Canale Uno Rete Radiofonica, era il 1982, la sede si trovava nel centro storico… Nella nuova emittente portammo non solo tutta la nostra esperienza, ma anche i vari ponti radio ed i rispettivi clienti pubblicitari e guadagnammo un ambiente di lavoro con studi ampi e spaziosi, stanze per diretta e registrazione divisi da vetrate e pannelli fonoassorbenti. Con il materiale provenienti dalle altre emittenti allesttimmo degli studi con i fiocchi. Registratori a bobine revox, mixer teach/tesam, microfoni Shnnazer ecc. Il mio regno!  Con Canale Uno il mio impegno radiofonico divenne totale ed assoluto. Lo stabilimento dove lavoravo iniziò a mandarmi in periodo sempre più lunghi in cassa integrazione e ciò mi permetteva di dedicarmi esclusivamente alla radio. Eravamo un s.r.l. con i fonici e gli animatori pagati regolarmente ed un certo numero di venditori pubblicitari: io ero l’amministratore. Se prima la radio era solo una collaborazione, da allora divenne una professione. Agli inizi Canale Uno si muoveva bene, in poco tempo diventammo una delle radio più ascoltate della zona, sicuramente grazie al nostro stile non improvvisato. La soluzione che ci portò fama e vendita di spazi pubblicitari la trovammo nell’esclusiva, anche in trasferta, delle partite del Frosinone Calcio. Poi cominciarono i problemi. Quando una società diventa grande ha bisogno che tutto cresca proporzionalmente con essa. Due delle emittenti si erano già tirate indietro, quindi perdemmo il loro bacino pubblicitario di ascolto. Inoltre i nostri costi di gestione crescevano in dismisura. In quel periodo (1985) le indagini di ascolto ci davano al terzo posto, con un ottimo secondo posto come radio di Frosinone più ascoltata nel capoluogo. Ma la crisi era già in atto. Nel 1986 provammo a vendere tutto, ma gli acquirenti interessati si dimostrarono peggio del Gatto e la Volpe, creandomi non pochi problemi come amministratore. La cosa più grave era che mi ero stancato, tutte le illusioni, le speranze e le aspettative mi erano crollate addosso. Non mi divertivo più e quando spegnevo i trasmettitori quasi non me ne accorsi. Ho sempre pensato che quei dieci anni sono stati tempo perso.. ma oggi posso pensare che mi sbagliavo e mi metterei volentieri ad un microfono a dire quattro stupidaggini”. Fra gli speaker dell’emittente oltre a Gianni Blasi, ricordiamo: Franco Turriziani, Mauro Lottici, Ildo Morrone, Edoardo Fedele e Maurizio Lozzi, allo stesso tempo direttore di I.T.R. Interpolitan Tele Radio.

ALTRE RADIO DELLA REGIONE

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...