Radio Cortina

 

RADIO CORTINA, LA RADIO PIU’ ALTA D’ITALIA
di Massimo Emanuelli

radio cortinaRadio Cortina è nata il 29 luglio 1976 a Cortina d’Ampezzo, irradia i suoi programmi in provincia di Belluno, in Val Badia (Bz) e Val di Fassa (Tn), 8 i ponti in montagna uno a quota 3000 Sass Pordoi ed uno a quota 2800 Lagazuoi, la frequenze è 102 mhz. A fondare l’emittente sono una decina di ragazzi e ragazze, pochi mezzi e tanta buona volontà, e come molte altre radio nate allora, la voglia di comunicare, di entrare nelle case della gente. Radio Cortina ha sede in una mansarda, 14 finestre sulla valle da dove si vedono le montagne più belle del mondo.
La prima intervista importante effettuata da Radio Cortina è a Saul Bellow che nell’estate del 1976 trascorre due mesi a Cortina, tre mesi dopo gli viene assegnato il Premio Nobel per la letteratura. Musica gradita dal pubblico, interviste, informazione e, novità per quei tempi radiocronache. Radio Cortina segue infatti il campionato di hockey su ghiaccio, Gianni Milani è il primo conduttore del settore privato a fare le radiocronache (dall’Olimpico) con un baracchino cb.
Nel 1978 la radio viene rilevata da Gianni Milani, che dal 1981 ne diventa direttore responsabile. I primi conduttori sono Marco Laurenzi, Rudi Zanettin, Barbara Paolazzi. All’inizio i programmi sono tutti dal vivo, anche di notte, perché non c’erano registratori a bobina. L’informazione locale parte subito perché fra i collaboratori ci sono già tre iscritti all’Ordine. Dal 13 settembre 1981 Radio Cortina, prima in Italia, manda in onda le dirette del consiglio comunale, servizio che l’emittente svolge ancora oggi. Sempre a partire dagli anni ’80 Radio Cortina trasmette ogni domenica alle 10 la Santa Messa.
Molto radicata nel territorio e molto seguita dai turisti, la formula di Radio Cortina è vincente e pertanto non viene cambiata, musica, informazione e intrattenimento. Nel corso degli anni ’80 e ’90 Radio Cortina effettua moltissime interviste a tanti big, negli studi dell’emittente si può trovare ancora oggi un libro degli ospiti con due vignette originali di Forattini, e firme con dedica di personaggi come Spadolini, Andreotti, Luca di Montezemolo ecc.
Nel gennaio 1998 Radio Cortina è fra le prime emittenti italiane a trasmettere sulla rete. Gianni Milani accompagna negli Stati Uniti Eugenio Monti, il più grande bobbista italiano, per una festa in suo onore: “mentre ero a casa di chi ci ospitava, Eugenio mi disse: ‘perché non mi fai sentire Radio Cortina?’. Pensai ai satelliti e ai relativi costi, ma lui mi fece vedere che poteva ascoltare via Internet. Contattai subito Real Audio e mi dissero che il software costava 600 dollari, gli dissi quando me lo avrebbe spedito e mi rispose: subito. Il mattino dopo avevo l’aereo. Due giorni dopo eravamo in onda. Oggi via Internet trasmettiamo con due qualità. Tutti i giorni 24 ore su 24 si possono ascoltare tutti i programmi di Radio Cortina”.
radio cortina 2Nel 2004 Radio Cortina segue, passo per passo, la spedizione del cinquantesimo anniversario della scalata del K2, la montagna più difficile da salire del mondo. Era il 29 luglio 1954 quando Achille Compagnoni e Lino Lacedelli salirono sul K2,. Lino Lacedelli è di Cortina e fa parte dei famosi Scoiattoli, il gruppo di arrampicatori ampezzani. Nel 2004 Lino Lacedelli, dopo cinquanta anni, raggiunge nuovamente la sua montagna, per raggiungere il campo base cammina per 130 chilometri alla bella età di 79 anni, Radio Cortina lo segue tutti i giorni avvalendosi anche della cortesia dei giornalisti italiani che erano al seguito delle due spedizioni. Ricorda Gianni Milani: “avevamo contatti telefonici quotidiani con il satellite fino al giorno dell’arrivo in vetta alla ‘montagna’ degli italiani, fra questi il nipote di Lino. Al loro ritorno a casa noi li seguimmo radiofonicamente dalla Malpensa a Cortina. Al loro arrivo fu un trionfo, si calcolò che in corso Italia ci fossero 12.000 persone (gli abitanti di Cortina sono circa 5.500).”
Nell’estate 2006, sempre a cinquanta anni di distanza, Radio Cortina festeggia l’anniversario delle prime Olimpiadi italiane. Nives Milani, Gianni Milani e Andrea Gris fanno i tedofori, un’opportunità straordinaria, indimenticabile. Andrea Gris viene chiamato a collaborare ai Giochi di Torino come speaker dello stadio delle partite di hockey. Molte sono state dunque le soddisfazioni di Radio Cortina.
Nell’estate 2006 Radio Cortina ha festeggiato il proprio trentennale mandando in onda VIVA RADIO CORTINA FIORELLO CHIAMAMI CHE TI DEVO DIRE UNA COSA, programma in onda dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 16,30 e il sabato dalle 13,15 alle 15 con Andrea Gris (che in passato aveva realizzato per TeleMontecarlo APPUNTI DISORDINATI DI VIAGGIO, in pratica l’antesignana di tutti i programmi dedicati ai viaggi) per la regia di Stefano Della Bona, che è anche il tecnico informatico. Il programma ha celebrato i 30 anni di libera antenna, all’interno della trasmissione è stato proposto il gioco ELDORADO VINCI LA SETTIMANA BIANCA, naturalmente sulle nevi di Cortina. Fiorello in persona ha telefonato la scorsa estate a Radio Cortina e sul sito internet dell’emittente è comparsa la scritta: “Caro Fiorello, mille grazie, ci hai fatto andare su tutti i giornali e i tg”. L’anniversario non poteva essere festeggiato meglio, grazie a Fiorello Radio Cortina è stata citata tre volte sul CORRIERE DELLA SERA ed altri quotidiani, tre servizi Rai, tre servizi su Italia1 (Studio Aperto), quindici minuti nel programma di LUCIGNOLO.
Il palinsesto attuale di Radio Cortina presenta RASSEGNA STAMPA a cura di Gianni Milani (il veterano dell’emittente, in onda dal luglio 1978 tutti i giorni alle 08,30, domenica esclusa), BUSSOLA (settimanale di orientamento turistico dell’area Dolomitica a cura di Nives Milani), RADIO BAZAR (a cura di Nives Milani, piccole vendite, offerte di lavoro ed altro), NOTIZIARIO LADINO di Simonetta Giangiacomi, IL GIORNALE RADIO DELLE DOLOMITI. Dalle finestre degli studi di Radio Cortina si vedono i caprioli che brucano o passeggiano sulla neve: “potrei fare le radiocronache di questi bellissimi animali” mi ha detto Gianni Milani. Otto ponti in montagna, uno a quota 3000, uno a quota 2800, tre a 2100, due a 1700 e uno a 1500, questi alcuni dati tecnici. Quali sono le novità di Radio Cortina? “Stiamo facendo una campagna per evitare che l’autostrada A27 prosegua da Longarone fino al Friuli per congiungersi con la A23. La prosecuzione creerebbe un traffico soprattutto pesante che danneggerebbe il turismo e l’ambiente. RADIO CORTINA 3L’altro giorno, al termine di una riunione nel Comune di Calalzo, mi hanno tagliato tutte e 4 le gomme della mia Stilo. Dopo l’exploit con la scalata del K2 in occasione del 50° anniversario, oggi stiamo seguendo, quotidianamente, grazie ad un telefono satellitare un’altra spedizione sul Shisha Pangma, un’altro 8000, con alpinisti delle Dolomiti. Per quanto riguarda Internet offriamo adesso anche l’alta qualità audio. Forse sai che Kristian Ghedina, lasciati gli sci, ha intrapreso l’automobilismo e lo seguiamo in questa sua nuova avventura.”

TRATTO DA MILLECANALI GIUGNO 2007

ALTRE RADIO DELLA REGIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...