Radio Incontro

radio incontroEmittente romana nata nella primavera del 1976, mhz 97,300, sede in via Castelfidardo 55 a Roma, fondatore Pino Castiello. Il primo palinsesto propone esclusivamente musica, nel dicembre 1976, la sede viene spostata in via Appia 251, dopo avere trasmesso in mono sui 96,800 (Monte Mario) dal 1979 trasmette in stereo anche dai 105,800 mhz (Monte Cavo), l’emittente copre le province di Roma e di Latina. Dal 1982 si ha un ampliamento del palinsesto allo sport (calcio e basket) e all’informazione (dal 1987 partono i notiziari dalle 7,55 alle 18,55): fra i collaboratori Stefano Antonucci, Antonietta Baistrocchi, Patrizia Biagi, Emanuela Castellini, Giulio Galasso, Enrico Gilardi, Lamberto Giorgi, Franco Lauro, Claudio Moroni, Raffaele Pellegrino, Sandro Piccinini, Michele Plastino. Oggi Radio Incontro ha sede in viale Mazzini 142 a Roma ed è diretta da Giuseppe Castiello, l’emittente irradia i suoi programmi dai 96,800 mhz, trasmette per la capitale e parte del Lazio. Ha due altri canali: Radioincontro Italia e Radioincontro Sport (mhz 105,800) (entrambi diretti da Giuseppe Castiello) che via internet trasmettono in diretta 24h di musica italiana e le radiocronache delle partite di calcio della Roma e della Lazio. Ma ci sono trasmissioni anche sul calcio in generale con tanti opinionisti: Massimo Caputi, Roberto Renga, Paolo Liguori, Mimmo Ferretti ecc. Memorabile la trasmissione del mattino dedicata alla Roma condotta da Mario Corsi e da David Rossi soprattutto perchè piena di ironia e simpatia.
Ha altre due stazioni: Radio Incontro Italia e Radio Incontro Sport che via internet trasmettono 24 ore di musica italiana e le radiocronache delle partite della Roma e della Lazio. Nel 2016 muore Pino Castiello, fondatore dell’emittente.

ALTRE RADIO DELLA REGIONE LAZIO

Un commento

  1. nel 76 quando venne spostata a via appia trasmetteva proprio da li con una antenna altissima collineare a 4 dipoli alta almeno 25 mt e un sistema di tiranti romboidali, aveva due studi uno piccolo e uno piu grande con due stanze, – due linee telefoniche (una in onda e l’altra privata) – all’inizio trasmetteva con 250 watt e poi con un amplificatore autocostruito monovalvola arrivarono a 1600 watt – nell’ 80 circa fu trasferito a montecavo e andavano con un ponte di trasferimento (credo a 50 mhz o su di li) da via appia a montecavo – percorrendo l’appia da re di roma fino a pontelungo non era facile non vedere l’altissima antenna che svettava nel cielo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...