I 40 anni di Radio Aldebaran

sdr

Non capita spesso di festeggiare un anniversario come quello di RadioAldebaran. Era l’estate del 1979 e da un mese un gruppo di ragazzi aveva iniziato quel percorso che tanti giovani di quella genrazione hanno fatto: inventarsi una realtà radiofonica locale! A Chiavari pertanto spiccava il volo questa emittente che ancora oggi è l’unica vera radio libera del Tigullio. Riepilogo brevemente quello che ho già scritto su queste pagine dell’amico Massimo Emanuelli: nel Settembre ‘78 Padre Lorenzo, nuovo Superiore del convento dei frati di Viale Tappani a Chiavari, prendendo visione della realtà giovanile che frequentava l’oratorio domandò ai ragazzi cosa avrebbero voluto fare per migliorare la loro amicizia. Si aspettava sicuramente una risposta del tipo “fondiamo una squadra di calcio”. Invece Salvo memore di amici che già trasmettevano via etere propose di fare una radio. Salvo Agosta diventò il Direttore con la D maiuscola e ancora oggi ricopre questo ruolo. La stagione estiva del ’79 portò in dote la costruzione degli studi creati in alcune stanze dello stesso convento. Iniziano le prime trasmissioni sperimentali di 2 ore che passeranno a 4, 8 fino a coprire tutta la giornata.Tra le tante cose da fare bisognava anche cercare il nome, dopo varie proposte si optò per il nome Aldebaran che è la stella più luminosa della costellazione del Toro. Le attrezzature col tempo aumentano e oltre al mitico mixer arrivano più giradischi (i mitici piatti) e piastre per musicassette dove sono incisi i primi jingle ma soprattutto gli annunci pubblicitari. Da allora molto tempo è passato e tanti sono stati i concerti organizzati, il primo fu quello di Gianni Morandi, ma dopo ecco arrivare Renato Zero, Antonello Venditti, i Pooh ma anche il Vasco nazionale, Paolo Conte, Fabrizio De Andrè e tantissimi altri personaggi sempre di primissimo piano nel panorama musicale Italiano. Quante serate sul lungomare di Chiavari e del Tigullio durante le quali si esibivano cantanti e gruppi locali il tutto però sempre a contatto con la “gente”. Negli anni il registratore a bobine ( che fa ancora bella mostra negli studi ) usato per trasmettere 24 ore su 24, lascia il posto agli apparecchi multipli per cd per avere sempre una scorta di musica non stop. La tecnologia telematica ha infine soppiantato l’analogico ed ora si viaggia tramite computer. Gli anni duemila portano anche il trasferimento dai mitici studi del convento a quelli della centrale Via Martiri della Liberazione, il Carruggio Dritto. Il “salotto buono” diventa la nuova casa degli speaker e dei dj (quanti ne sono passati).Tanti cambiamenti ma una cosa, importante, è rimasta a questa emittente e cioè il contatto col pubblico che dimostra in ogni occasione l’affetto per RadioAldebaran. Ecco perchè in questi mesi molti esercizi commerciali di tutto il Tigullio, Chiavari in primis, hanno in vetrina il logo e il nome di questa radio. Si festeggia un’amica che da quarant’anni ci tiene compagnia e che resiste nonostante le difficili sfide che le hanno portato i vari network nazionali. Lo dice anche Salvo Agosta, che nel frattempo è diventato anche scrittore, < abbiamo l’orgoglio di essere rimasti una radio locale in un mare di emittenti spesso tutte uguali.> Sono cambiate tantissime cose da quella primavera del 1979, tante voci si sono alternate ma RadioAldebaran resiste e ci allieta ancora con la sua musica. Buon compleanno e auguri per altri quarant’anni!

Antonino Di Bella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...