Radio In

RADIO IN nasce a Roma nel 1980 come primo tentativo di network in Italia. Invia programmi preregistrati su bobina alle stazioni affiliate circa 100 nella penisola. Ha sede in una bellissima e attrezzatissima villa all’Eur in Viale dell’Esperanto 26. I mezzi tecnici a disposizione sono straordinari. Gli animatori il meglio del momento: Teo BelliaAnna Pettinelli, Pier Maria Bologna, Emilio Levi, Antonella Giampaoli, Milly Carlucci. La radio per gli altissimi costi di gestione chiude nel 1981. Rimane soltanto la frequenza romana occupata da musica. Ceduta viene trasmesso per oltre due mesi un nastro continuo della durata di un’ora con un messaggio del nuovo proprietario della radio che spiega i motivi della chiusura del circuito nazionale e annuncia la partenza della nuova iniziativa RadioInMontecitorio con un palinsesto generalista basato su musica di vario genere ma sempre di qualità e tanta informazione. La sede è in Piazza del Parlamento di fronte alla Camera dei Deputati. Ma non decolla. Alla fine del 1982 viene venduta ad Antonio Valentini. La direzione artistica è affidata ad Andrea Torre. Il format è quello classico di una radio musicale per giovani. Le voci più che note: Anna Maria Tulli ora a Mediaset, lo stesso Torre, Miriam Fecchi, Marco3, Alfredo De Santis, Andrea Cascioli,  Tiberio Timperi, Anna Citeroni, Riccardo Reim, Stefano Valli,  Giorgio Iacoboni, direttore Marco Del Vecchio.   Gli ascolti però sono scarsi. Nel 1988 Valentini cede in gestione l’emittente a Pier Maria Bologna già direttore artistico della IN nazionale e già proprietario del circuito nazionale Tirradio progetto quest’ultimo nato da una scissione di Tir-TopItaliaRadio e diffuso in tutta Italia via cassetta. La radio diventa TirradioIn. Integra la programmazione nazionale con produzioni locali. La sede presso Tirradio in Via Bazzoni zona Prati-Mazzini. Nel 1988 a seguito della disattivazione e distruzione dell’impianto di trasmissione a Rocca di Papa per l’inquinamento radioelettrico e la disattivazione del 70% delle emittenti romane Bologna ricede la gestione a Valentini che riusce dopo qualche mese a ripristinare l’ottimo segnale sui 101 in località San Silvestro (Monte Pozio Catone) e a partire con una nuova programmazione autoprodotta il cui centro di produzione è presso un garage attiguo alla sua abitazione in zona Montesacro. Direttore artistico è Roberto Brandolini poi Maurizio Amadio. La radio alterna notorietà e successo con un format generalista sotto lo slogan “musica e parole”. Le trasmissioni cessano nella seconda metà del 1998 quando avviene la cessione completa inclusa tutta la rete di impianti accesi nel Lazio tra il 1993 e il 1997 al Gruppo L’Espresso. Il 101 ripete oggi RadioDeejay.

ALTRE RADIO DELLA REGIONE LAZIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...